Allenamento personalizzato per le donne “a pera”

Più o meno per sentito dire o per esperienza diretta sappiamo un po’ tutte che per ottenere i risultati estetici (e salutistici) che vogliamo raggiungere dobbiamo intraprendere un allenamento personalizzato. Questa “personalizzazione” prende forma da due fattori determinanti:

  1. obiettivi che vogliamo raggiungere
  2. conformazione fisica di partenza

Oggi parliamo del biotipo femminile più diffuso, la donna ginoide o più comunemente detta “a pera”. Se appartenete invece al biotipo androide, ovvero “a mela” consultate l’articolo Allenamento personalizzato per le donne a “mela”. 

Vediamo brevemente quali sono le caratteristiche di una donna ginoide: se sentite che vi appartengono le caratteristiche qui di seguito non ci sono dubbi, siete delle donne a pera e state leggendo l’articolo giusto!

  • accumulo di grasso prevalentemente a livello sottocutaneo nella regione dei glutei, fianchi e cosce;
  • difficoltà circolatorie periferiche (capillari, ristagni venosi e linfatici);
  • un’alta predisposizione alla cellulite;
  • difficoltà a bruciare grasso avendo il metabolismo rallentato;
  • sei più attiva nel tardo pomeriggio o sera piuttosto che alla mattina.

L’allenamento nel tuo caso dovrebbe strutturasi in questa maniera:

  • l’allenamento andrebbe svolto durante il picco di testosterone circadiano (che si ha durante il giorno e che si ripete con ciclicità durante la settimana);
  • l’inizio dell’allenamento (prime settimane) è molto importante per creare la capillarizzazione (che determina la disponibilità di ossigeno ai muscoli) anche eseguendo esercizi che vanno da basso verso l’alto del corpo;
  • le camminate sul tappeto risultano fondamentali soprattutto se si esegue bene il movimento di tacco-punta che va a stimolare la Soletta di Lejar (la pompa venosa e linfatica che abbiamo a livello del piede che favorisce il ritorno venoso del sangue e limita il ristagno venoso);
  • l’allenamento della parte superiore può tranquillamente basarsi sull’utilizzo di carichi importanti e ripetizioni che vanno dalle 8 alle 15 ;
  • per la parte inferiore sono ottimi i circuit training aerobici, in cui si alternano le varie stazioni (step, cyclette, ellittica, tappeto), ma stando molto attenti a non innalzare troppo la frequenza cardiaca, per non creare uno stato di acidosi locale che peggiorerebbe i fenomeni infiammatori alla base della cellulite;
  • oltre ai circuiti è consigliabile, proprio per stimolare il tessuto muscolare, utilizzare esercizi per le gambe che non superino le 5 ripetizioni, senza arrivare ad esaurimento. Questo darà un buon stimolo dal punto di vista muscolare ma non vi sarà secrezione di acido lattico, che ricordiamo favorisce lo sviluppo della cellulite.
Annunci

Un pensiero su “Allenamento personalizzato per le donne “a pera”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...